di Benedetta Frare Maria Sferrazza
Ufficio comunicazione

La collaborazione con le Università

Gli studenti e il commercio equo: l’esperienza di Across the University

Per diffondere sempre di più la cultura del consumo responsabile e promuovere Fairtrade tra gli studenti, abbiamo ideato un’iniziativa all’interno di “Across the University”, un festival padovano organizzato da studenti per studenti.

Con il nostro “Fairtrade Free cocktail party”, ad aprile dell’anno scorso, abbiamo offerto cocktail preparati con ingredienti Fairtrade, che i ragazzi potevano gustare gratuitamente rispondendo alle domande dei nostri volontari vestiti da banana. Il video della serata pubblicato sui social ha raggiunto circa 40.000 utenti in rete.

Educhef: matricole a lezione di cucina sana e sostenibile

Siamo stati tra i partner del corso di educazione alimentare destinato alle matricole fuori sede, organizzato dall’Università degli Studi di Padova in novembre. L’iniziativa organizzata dall’Ateneo in ottica di sostenibilità ambientale, economica e sociale ha coinvolto un centinaio di studenti. Fairtrade ha aderito tenendo dei moduli formativi dedicati alla spesa giusta e ai prodotti del commercio equo certificato.

Progetti di ricerca e interventi su Fairtrade

Le Università hanno anche ospitato interventi su Fairtrade dedicati a studenti e iscritti ai master di specializzazione. Gli Atenei con cui abbiamo collaborato sono Ca’ Foscari (Venezia), Università di Padova, Tor Vergata (Roma), Statale, Politecnico e Cattolica di Milano. Abbiamo collaborato con la Statale di Milano anche per un progetto di ricerca sulla filiera dello zucchero che si è concluso nel 2019 dopo un percorso di tre anni.

 

Azioni di marketing non convenzionale

“S-Frutta-Tori: la nostra forza? La loro povertà”

Dietro a un’offerta allettante spesso si nasconde qualcosa che non ha nulla a che vedere con il commercio equo.
È quello che abbiamo voluto dimostrare regalando banane un sabato mattina in piazza San Babila a Milano con l’iniziativa “S-Frutta-Tori”.
Un attore ha vestito i panni di un venditore di frutta che, insieme al suo aiutante e a due hostess, fermava i passanti regalando banane coltivate da lavoratori sfruttati e sottopagati. La maggior parte delle persone ha rifiutato l’omaggio dichiarando di non voler contribuire allo sfruttamento di queste persone.
E così il nostro commerciante ha spiegato che cos’è la certificazione Fairtrade e che le banane in omaggio erano frutto di una filiera equosolidale certificata.
Le riprese video della performance sono state utilizzate per una clip pubblicata sui social e visualizzata da oltre 430.000 utenti in rete.

Il gioco più “fair” d’Italia

La mattina del 12 maggio, Giornata internazionale del Commercio Equo, in piazza Giulio Cesare a Milano i nostri animatori hanno coinvolto i passanti in una gara di abilità: quella di realizzare un puzzle nel più breve tempo possibile.
A squadre, due per volta, dovevano comporre il volto degli agricoltori e il marchio Fairtrade: un invito a soffermarsi, attraverso un semplice gioco, sul fatto che, dietro i prodotti che acquistiamo, ci sono milioni di persone e di famiglie e che la loro qualità di vita dipende anche dalle nostre scelte.

La Grande Sfida

A maggio abbiamo aderito alla terza edizione della World Fairtrade Challenge, coinvolgendo in un weekend 40.000 persone su tutto il territorio nazionale.
Con 185 eventi registrati sul sito internazionale della campagna, l’Italia si è così posizionata seconda nella classifica dei Paesi partecipanti alla Grande Sfida Fairtrade che invitava amici, familiari, vicini di casa, studenti, colleghi a organizzare un evento dedicato e a condividerlo sui social con l’hashtag #fairtradechallenge.
Di questi, 100 sono stati gli eventi pubblici organizzati da bar ed esercizi commerciali che ogni giorno offrono ai propri clienti caffè e altri prodotti del commercio equo certificato.
La sfida tra bar è stata vinta da Bonheur Caffè di Villa D’Almè (Bergamo), che ha organizzato l’evento più partecipato, aggiudicandosi così il titolo di Fairtrade Best bar d’Italia 2018.

Le Settimane Fairtrade

La campagna di promozione e sensibilizzazione in-store nel 2018 si è svolta in partnership con Coop e Carrefour e ha coinvolto 180 punti vendita.
Nei due week end del 13 e 14 ottobre (in Carrefour) e del 19 e 20 ottobre (in Coop) le nostre promoter sono entrate in contatto con oltre 40.000 persone, offrendo informazioni su Fairtrade e sui prodotti private label certificati presenti sugli scaffali.
Nel periodo della campagna i comitati dei soci Novacoop e Coop Liguria hanno contribuito a rafforzare la nostra azione, organizzando banchetti informativi, show cooking e degustazioni.

Interventi sul territorio

Nel 2018 sono stati numerosi gli interventi di promozione e di sensibilizzazione sul territorio che hanno messo al centro le storie di riscatto dei produttori Fairtrade. Grazie alla collaborazione sempre attiva con i soci Coop sul territorio, abbiamo toccato Genova, Milano, Vercelli, Gorizia, San Donà di Piave anche nell’ambito di Festival in piazza ed eventi. Abbiamo partecipato per la terza volta consecutiva al Carnevale di Cento, incontrando studenti delle scuole elementari, medie e superiori del territorio. Eurochocolate ci ha dedicato un evento internazionale e il consueto stand con la cioccolata certificata, oltre a una mostra fotografica sulle produzioni bio e Fairtrade del Perù. La provincia di Treviso ha ospitato interventi di Fairtrade in occasione del Festival Agorà e all’interno della scuola H-Farm. In tutto l’arco dell’anno abbiamo incontrato circa 1500 persone.

Le nostre Best Friend

Un social tour per dimostrare di unire solidarietà e sostenibilità. Silvia Giannetti, motociclista protagonista di due Dakar e paladina di Fairtrade, è stata nostra testimonial in Perù, tra le cooperative di produzione di banane e zenzero, diffondendo la conoscenza del nostro marchio tra gli appassionati del settore ma non solo. Insieme a lei, altre donne note nel panorama dei social e dei media hanno diffuso un messaggio di solidarietà e sostegno alla nostra causa durante la World Fairtrade Challenge: Rosaria Renna, Chiara Maci e Tessa Gelisio.